sabato 29 settembre 2018

The Gardens Between: Recensione


Finalmente posso parlarvi a cuore aperto di The Gardens Between. Presentato lo scorso anno nel corso della Paris Games Week (fiera interessantissima e dal forte appeal mondano ma della cui esistenza, a quanto pare, molti tendono a dimenticarsene) mi ha sin da subito affascinato, finendo con il divenire uno dei protagonisti della mia ultima lista Most Wanted.
Ed ora eccomi qua per tentare di convincervi della bellezza della piccola perla creata dai ragazzi di Voxels Agents.

lunedì 24 settembre 2018

Stay: Recensione


Scrivendo questo pezzo mi piange un po' il cuore. Stay è un progetto dal grande potenziale, che affronta tematiche forti in modo interessante e brillante ma che finisce con il perdersi in un bicchier d'acqua tentando di far convivere un'idea così forte con elementi ludici strutturalmente arretrati e mal gestiti.
Ma andiamo con ordine e scopriamo perché il titolo sviluppato dal duo di sviluppatori che risponde al nome di Appnormals Team si sia rivelato, purtroppo, una grossa delusione.

VERSIONE TESTATA: Playstation 4

mercoledì 22 agosto 2018

D.Va protagonista del nuovo corto di Overwatch "Shooting Star"


Con l'apertura della Gamescom di Colonia prende il via quel trimestre in cui posso tornare a parlare di una delle cose, a mio avviso, più affascinanti dell'universo transmediale di Overwatch, i corti animati.
Quest'anno Blizzard, per presentare l'ormai tradizionale duo corto animato-mappa, ha deciso di mettere subito le cose in chiaro, proponendo uno show trasmesso in diretta dalla Corea, rendendo così palese quale sarebbe stata la protagonista assoluta dell'evento.
Ad aprire le danze, dopo un piccolo concerto di un gruppo di idol coreane, è stato Jeff Kaplan in persona, presentando la nuova mappa Busan (disponibile da oggi in PTR).
È stata, quindi, la volta del piatto forte della giornata, il corto animato dedicato all'idolo nazionale Ana Song, meglio conosciuta come D.Va.

mercoledì 1 agosto 2018

All-Star Fruit Racing: Recensione


Dopo mesi di assenza dovuti ai numerosi impegni scolastici e lavorativi, finalmente torno a parlare di qualcosa di "succoso" nel mio caro vecchio blog.
In estate, si sa, fa molto caldo, quale modo migliore dunque per rinfrescarsi se non trovando un po' di sollievo con della buona frutta fresca?
Ed è proprio qui che giunge in nostro soccorso l'italianissimo All-Star Fruit Racing dei ragazzi di 3DClouds.it.

Versione testata: Playstation 4

giovedì 24 maggio 2018

FAR: Lone Sails - Recensione


Finalmente posso parlarvi di FAR: Lone Sails. Come per Where the Water tastes like Wine e Forgotten Anne, anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un titolo da me a lungo atteso e protagonista della mia lista Most Wanted di quest'anno.
Spoiler: è valsa la pena attendere.

giovedì 17 maggio 2018

Forgotten Anne: Recensione


Ed eccoci di nuovo qua, dopo una discreta pausa, con una nuova recensione. Forgotten Anne, nuovo progetto di Throughline Games (e, tanto per cambiare, rilasciato sotto l'etichetta Square Enix Collective), era nel mio mirino da diverso di mesi, tanto da essere finito nella mia ultima lista Most Wanted.
La mia fiducia sarà stata ben riposta? Scopriamolo.

mercoledì 14 marzo 2018

Fear Effect Sedna: La recensione


Il vantaggio di scrivere come blogger/recensore part-time è quello di non avere troppi vincoli professionali. Puoi esprimerti liberamente, magari prenderti un po' di tempo e richiedere, magari, soltanto alcuni titoli da recensire, motivo per cui è assai difficile che io recensisca negativamente qualcosa poiché vado a colpo sicuro e, a meno di grandi delusioni, avrò sempre dei motivi per consigliarvi una determinata opera.
Ma capita anche, e di questo ne son alquanto felice, che qualche publisher apprezzi davvero il tuo lavoro (o può darsi che tu sia una tacca in più che fa sempre comodo) e che quindi ti faccia arrivare codici per titoli che, magari, non avevi neanche richiesto. È il caso di Square Enix Collective, che ormai ha egemonizzato il mio blog con i suoi titoli.
Può succedere, perciò, che debba parlarvi di produzioni che, purtroppo, non sono riusciti a conquistarmi, nonostante le buone premesse. Ed è proprio il caso di Fear Effect: Sedna.